martedì 29 novembre 2016

DIMAGRIRE PUO' AIUTARE A PREVENIRE IL MIELOMA MULTIPLO


Il sovrappeso potrebbe aumentare il rischio che un disturbo benigno del sangue evolva in cancro, secondo un nuovo studio che evidenzia come perdere i chili in eccesso potrebbe essere un modo per prevenire una malattia letale.

E' noto che essere in sovrappeso o obesi aumenta il rischio di contrarre il mieloma multiplo, un cancro delle plasmacellule che si trovano nel sangue e nel midollo osseo che si sviluppa, nella maggior parte dei casi, dopo i 60 anni. Il mieloma multiplo è preceduto da una malattia del sangue chiamata gammopatia monoclonale di significato incerto, in cui plasmacellule anormali producono molti cloni di una proteina anticorpo.

Questa condizione precancerosa non causa sintomi e spesso non viene diagnosticata. "Ma le nostre scoperte dimostrano che l'obesità può essere definita come un fattore di rischio per lo sviluppo del mieloma multiplo" ha detto Su-Hsin Chang, professore alla Washington University. "Per i pazienti a cui è stata diagnosticata la gammopatia monoclonale di significato incerto, mantenere un peso sano può essere un modo per prevenire la progressione del mieloma multiplo, se confermato dai trial clinici".

I ricercatori hanno analizzato i dati di 7878 pazienti, soprattutto uomini, a cui era stata diagnosticata la gammopatia monoclonale di significato incerto dall'ottobre 1999 fino al dicembre 2009. Di questi pazienti il 39.8% era in sovrappeso e il 33.8% era obeso. I ricercatori hanno poi verificato se nel tempo avessero sviluppato il mieloma multiplo.

Hanno scoperto che il 4.6% dei pazienti in sovrappeso e il 4.3% dei pazienti obesi hanno sviluppato il mieloma multiplo, in confronto al 3.5% delle persone con peso normale, una differenza statisticamente significativa. I pazienti obesi e in sovrappeso con gammopatia monoclonale di significato incerto avevano un rischio tra il 55% e il 98% più alto di contrarre il mieloma multiplo, rispetto ai pazienti di peso normale con gammopatia monoclonale di significato incerto.

La gammopatia monoclonale di significato incerto è causata da alti livelli di una proteina anticorpo conosciuta come proteina M, che si trova nel 3% delle persone di età superiore ai 50 anni. Questa malattia è difficile da diagnosticare e spesso non può essere curata. "Spesso la diagnosi viene fatta per caso, attraverso test di routine o test eseguiti per verificare la presenza di altre malattie" ha detto Chang.

"Il nostro studio suggerisce quindi di sottoporsi a dei check-up regolari che possono aiutare i medici a capire se la gammopatia monoclonale di significato incerto stia progredendo in altre malattie, incluso il mieloma multiplo" ha aggiunto. Il mieloma multiplo è il terzo tipo di cancro del sangue più diffuso.

"Dato che dalla nostra ricerca risulta che essere in sovrappeso o obesi è un fattore di rischio per il mieloma multiplo nei pazienti con la gammopatia monoclonale di significato incerto, e dato che il peso in eccesso è un fattore di rischio modificabile, speriamo che i nostri risultati incoraggino strategie di intervento per prevenre la progressione di questa malattia, a partire dal momento in cui viene diagnosticata la gammopatia", ha detto Chang. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute.


FONTE: http://www.deccanchronicle.com/lifestyle/health-and-wellbeing/191116/weight-loss-may-help-prevent-blood-cancer.html

giovedì 10 novembre 2016

10 SUPER-CIBI CHE VI AIUTANO A DIMAGRIRE

Dagli snack a base di avocado alle noci da sgranocchiare, i nostri esperti ci spiegano perché la dieta giusta vi aiuta ad eliminare gli spuntini fuori pasto, ad aumentare il metabolismo e a dimagrire.

1 Salmone
Il salmone è un super-cibo, ottimo per tenere sotto controllo il proprio peso. E' un pesce grasso ricco di acidi grassi essenziali omega-3. Questi acidi grassi chiamati EPA e DHA hanno molti benefici per la nostra salute e per il nostro cuore in particolare. Un altro beneficio meno noto è che aggiungendo il salmone alla propria dieta, si riesce a dimagrire.

"Degli studi hanno dimostrato che gli oli contenuti nei pesci grassi come il salmone possono favorire il dimagrimento, tramite l'aumento del metabolismo. Il salmone ha anche il grande vantaggio di essere una fonte di proteine magre. Le proteine vi aiutano a sentirvi sazi più a lungo" spiega la nutrizionista Shona Wilkinson di superfooduk.com.

2 Quinoa
Una gustosa alternativa al grano, questo cereale privo di glutine è delizioso al forno o nelle insalate. L'alto contenuto in proteine della quinoa ne fa una buona scelta se state cercando di perdere qualche chilo.